torna alla home page chi siamo garage sale storia della moda links scrivici
 
L'accessorio è il mezzo principale con il quale si diffonde la Moda Italiana nel dopoguerra.
La qualità della lavorazione dei pellami e l'industria tessile sono rinomate a livello internazionale e per questo motivo ricevono committenze da tutto il mondo.
 
Roberta di Camerino comincia la sua attività nel dopoguerra e caratterizza la sua produzione attraverso l'uso originale dei velluti operati, di lavorazioni particolari e dall'impiego di materiali innovativi.

Bagonghi: modello ideato alla fine degli anni '40 destinato a divenire famoso per essere stato uno dei preferiti dalla Principessa Grace di Monaco.

Modelli della metà degli anni '50, in cuoio e tessuto intrecciato.

Due modelli della metà degli anni '60.

Una borsa da mare in corda con manico ad "R", dei primi anni '70 più una borsa in corda e bacche naturali della metà degli anni '50.

Scarpini in raso rosa e merletto di produzione fiorentina della metà dell'800.

Un tacco gioiello per questo modello degli anni '20, realizzato dal calzolaio romano Cesaribera.

Rivoluzionari modelli con zeppa della fine degli anni '30, realizzati da Bufarini a Roma.

Caratteristico modello da sera degli anni '40, realizzato a Roma da La Pietra.

Sfavillanti sandali realizzati da Bernardo per lo stilista
Emilio Pucci a metà degli anni '60.

Classiche decolleté di Ferragamo degli anni '60.

Quattro modelli con tacco a spillo degli anni '60.
In senso orario: Sorelle Fontana (le gialle), Bruno Magli, Dal Cò,
ancora Bruno Magli.

Prezioso ricamo destinato all'alta moda di Fabiani, fine anni '60.

Modello estivo con suola perspex ed allacciatura alla schiava realizzato nella prima metà degli anni '70 da Fiorucci.

L' elegante rilettura di Tokio Kumagai dei modelli Punk primi anni '80.

 

scrivici links storia della moda garage sale chi siamo torna alla home page


© 1999 Creativitalia